New Plastic Paradigm

’’Plasta Rei evoca il ’’tutto scorre’’ di Eraclito, la filosofia del divenire, che è alla base dell’economia circolare, che vogliamo applicare alla plastica, per renderla sostenibile e amica della terra e del mare. Il mondo cambierà, o per merito nostro, o per colpa nostra.

Dipenderà solo da noi’’

Chi siamo

Storia

Plasta Rei nasce nel 2021, da un’intuizione di Francesco Borgomeo, come progetto di riconversione di un impianto chimico situato nel comune di Cisterna di Latina, parte del gruppo internazionale Ecolab-Nalco, leader nel settore della produzione di additivi chimici per l’industria.
Lo stabilimento, presente sul territorio da oltre 70 anni, a causa di una serie di contingenze e fattori era destinato alla chiusura, con conseguente licenziamento di tutti i lavoratori.
La sfida intrapresa da Plasta Rei è stata quella di non disperdere le competenze, il know-how e le risorse del sito, ma di reindirizzarle verso i nuovi mercati legati all’economia circolare e garantire una nuova continuità occupazionale e una prospettiva futura per i dipendenti e il territorio.

Team

Francesco Borgomeo

Presidente

Fabio Mazzarella

Amministratore Delegato

Luca Borgomeo

Consigliere di amministrazione

Stefano Premoli

Operations manager

Luana Sanna

R&D manager

Fabio Bernardi

process engineer

Marta Fucile

researcher

Marta Fucile

Ricercatrice

Box Testo

Team

Francesco Borgomeo

Presidente

Scopri

Filosofo e imprenditore, esperto di riconversioni industriali complesse, pioniere dell'economia circolare e progetti green con sguardo al futuro. Fondatore della Saxa Gres con i suoi 4 stabilimenti dedicati alla produzione di ceramica ad alto spessore con materie prime di recupero, promotore del progetto E-Drive 5.0 nell'ex stabilimento GKN, oggi QF e fondatore di Plasta Rei, frutto del salvataggio dei posti di lavoro della Nalco Ecolab. Dal 2020 presidente di Unindustria Cassino-Gaeta e nel 2021 premiato come Cavaliere al merito della Repubblica.

Fabio Mazzarella

Amministratore Delegato

Scopri

Forte background industriale maturato nell’automotive e lavorazione delle plastiche a livello internazionale. Esperienza nelle ristrutturazione industriale. Forte sensibilità al business ed ampia conoscenza del mercato della trasformazione delle materie plastiche con particolare focus al mercato italiano del food and beverage. Ottima attitudine alla gestione dei gruppi di lavoro, del cambiamento ed al project management.

Stefano Premoli

Operations Manager

Scopri

Esperienza più di 15 anni nell’ambito della produzione chimico-farmaceutica e chimica, e nella gestione delle risorse umane.

Luana Sanna

R&D Manager

Scopri

Esperienza ventennale nell’ambito del controllo di processo e qualità, nei sistemi di gestione (QHES, integrati, 231…), gestione di audit interni e terza parte. Competenze di chimica analitica e sintesi organica, conoscenza processi aziendali, tecniche di Lean manufacturing e TPM. Gestione risorse umane.

Fabio Bernardi

Process Engineer

Scopri

Esperienza ventennale nella chimica industriale, con focus nell’ottimizzazione ed industrializzazione di processi chimici, gestione della produzione e delle risorse umane.

Luca Borgomeo

Consigliere di Amministrazione

Scopri

è un imprenditore e consulente, laureato in economia e finanza all'Università Bocconi con una tesi su M&A e riconversione industriale. Dopo un periodo nel mondo delle start-up, ha investito il suo tempo in attività più tecniche, lavorando con fondi di investimento ed entrando nel mondo della consulenza finanziaria aziendale.

Marta Fucile

Researcher

Scopri

Ricercatrice chimica di background analitico, con esperienza nello sviluppo e caratterizzazione di materiali per applicazioni sostenibili con particolare focus sui biomateriali da fonti rinnovabili.

Perchè Plasta rei?

Riciclo Chimico

I macchinari e gli impianti della vecchia produzione chimica, insieme a dei nuovi previsti dal piano di investimenti, permetteranno al plant di produrre granuli plastici

La produzione

L’impianto può, grazie ai suoi 11 reattori, produrre fino a 40.000tons di granuli plastici

Capitale Umano

L’impianto conta 63 dipendenti, oggi in cassa integrazione per riconversione con la previsione di reintegrarli gradualmente entro il 2022

Posizionamento

Strategicamente posizionato a 70km da Roma, in una delle aree agricole più importanti d’Italia (agro pontino)

Vision

“Vogliamo dare alla plastica una nuova vita “infinita”,
renderla sostenibile e amica dell’ambiente”

Il problema della plastica

I ricercatori stimano che, a partire dagli anni ’50 ad oggi, siano stati prodotti più di 8,3 miliardi di tonnellate di plastica. Circa il 60% del totale è finita in discarica o, ancora peggio, nell’ambiente.
Più del 99% della plastica è stata realizzata con prodotti chimici derivati da petrolio, gas naturale e carbone – tutte risorse non rinnovabili.
Di questo passo, entro il 2050, l’industria della plastica potrebbe rappresentare il 20% del consumo mondiale di petrolio, di cui gran parte poi riversata nell’ambiente.

In Italia si riversano in mare 53mila ton/anno

ESG

Environment

Plasta Rei si è posta l’obbiettivo di aprire la strada verso un nuovo percorso nel riciclo e nella produzione di plastiche, partendo da materiali organici di scarto. Il benificio ambientale legato al modello di Business è a 360 gradi.

Social

Sin dalla nascita la Plasta Rei porta con sè una vena ed un’attenzione al sociale di primissimo rilievo; la Plasta Rei infatti è il frutto del salvataggio di oltre 100 posti di lavoro nella Provincia di Latina, promessa di speranza per le famiglie e per il territorio.

Governance

Il Gruppo, che sta ottenendo una serie di certificazioni di processo e di prodotto, sarà presto dotato della struttura 231/01. Inoltre nel 2022, ci sarà un allineamento ancora più diretto alle best practice in termini di governance.

Mission

La nostra missione è quella di creare prodotti innovativi e sostenibili, in grado rivoluzionare il mondo delle plastiche, partendo da materiali destinati allo smaltimento, attraverso processi produttivi non convenzionali.

Progetto

Il progetto Plasta Rei parte dall’idea di utilizzare le competenze e il forte know how chimico dello stabilimento di Cisterna di Latina e indirizzarlo verso processi innovativi nell’ambito dell’economia circolare quali il riciclo chimico delle plastiche e l’impiego di biomateriali di scarto. Grazie all’attività del centro di Ricerca, Plasta Rei ha l’obbiettivo di sviluppare prodotti con più anime: da un lato, attraverso l’uso di tecnologie innovative quali la depolimerizzazione chimica, saremo in grado di trasformare i rifiuti plastici in nuove materie prime, oligomeri e monomeri, che potranno essere utilizzati per produrre nuovi polimeri vergini; dall’altro, l’impiego di biomateriali, scarti della filiera agro alimentare, e dei polimeri ottenuti attraverso il riciclo chimico consentirà di ottenere prodotti ibridi, altamente innovativi e sostenibili.

PET riciclato

Plasta Rei, alla fine della riconversione dello stabilimento di Cisterna, entro il 2022 partirà con la produzione di un granulo ibrido Fossile a base vergine e riciclata nel totale rispetto degli obbiettivi dell’unione Europea previsti per il 2050.

Fossile

Il mercato del packaging e del PET foodgrade è solido e in crescita. In quest’ottica per dare solidità al business, Plasta Rei ha scelto di partire con una linea di produzione a base fossile.

R-Pet e Plastiche post Consumo

Plasta Rei intende rendere la plastica più sostenibile, attraverso l’economia circolare, introducendo dal 25% in su di R-PET riciclato chimicamente partendo da materiale post-consumo, così da essere più competitivo sul mercato e ridurre un’eventuale impatto della Plastic Tax. Obbiettivo della Ricerca di Plasta Rei è quello di sviluppare nuovi metodi per il riciclo chimico di materiali post-consumo più complessi (PLASMIX).

Mix Fossile-Riciclato

La direttiva europea SUP stabilisce che, entro il 205, l’industria debba inserire almeno il 25% di plastica riciclata nella produzione di granuli e manufatti di PET. Plasta Rei si pone di raggiungere l’obbiettivo dal 2022.

Hybrid BIO PET: BC-PET

Plasta Rei prevede investimenti in R&D nell’arco dei 4 anni di piano per circa 4 mln con l’obbiettivo di produrre granuli ibridi termoplastici che abbiano caratteristiche  chimiche-fisich e meccaniche di alto livello, tali da garantire la lavorabilità in estrusione, stampaggio e soffiaggio con un particolare focus alla resistenza termica.

Biomasse

La ricerca è indirizzata anche alla valorizzazione di scarti della filiera agro-alimentare con particolari proprietà, dai quali ottenere granuli organici, biodegradabili e con una buona resistenza termica

Plastiche post consumo

Grazie al riciclo chimico, Plasta Rei si pone l’obbiettivo di recuperare materiali plastici di scarto, oggi destinati agli inceneritori quali il PLAMIX.

Ibrido

Per andare incontro alle nuove esigenze di mercato (prodotti competitivi e con elevate performances) e alla crescente domanda di maggior sostenibilità, il Gruppo sta lavorando ad una linea di ricerca per la produzione di un granulo ibrido riciclato-scarti agroalimentari che abbia i vantaggi della platica tradizionale, ma che sia più competitivo e più green.

R&D

La ricerca sarà svolta da Plasta Rei internamente grazie al nuovo centro di Ricerca e Sviluppo dotato di un impianto pilota e di strumentazione all’avanguardia per l’ottimizzazione dei nuovi processi produttivi e per i test di caratterizzazione dei prodotti, come:
Analisi Spettrofotometriche e cromatografiche
Analisi termo-calorimetriche
Analisi delle proprietà meccaniche e reologiche
Prove stampaggio ad iniezione
Estrusione su scala pilota

Market Integration

La dimensione globale del progetto non può prescindere
da un forte legame col territorio nei quali sono posizionati
i siti produttivi del gruppo.

La forte integrazione di più anime: agricole, urbane ed
industriali della zona permettono una semplice e
’’comoda’’ supply chain per quanto riguarda i materiali in
ingresso.

Comuni contigui fornitori di materie plastiche seconde (R-Pet e Plasmix)
La ’’Green Valley’’ nella provincia di Frosinone permette un rapido approvvigionamento di canapa e derivati
Il mercato ortofrutticolo dell’Agro Pontino rappresenta un importante bacino per ottenere gli scarti alimentari necessari per il Granulo Rivoluzionario
Rapporto di cliente e fornitore instaurato con una primaria aziende del settore caseario
Comuni contigui fornitori di materie plastiche seconde (R-Pet e Plasmix)
La ’’Green Valley’’ nella provincia di Frosinone permette un rapido approvvigionamento di canapa e derivati
Il mercato ortofrutticolo dell’Agro Pontino rappresenta un importante bacino per ottenere gli scarti alimentari necessari per il Granulo Rivoluzionario
Rapporto di cliente e fornitore instaurato con una primaria aziende del settore caseario

Contattaci

3 + 14 =

Scrivi su

info@plastarei.it